Arredamento

Arredo cucine classiche e moderne

cucine

 

La cucina è la regina della casa. Acquistarne una nuova o, semplicemente, rinnovare la propria, è sempre un’esperienza stimolante. Se si acquista una cucina nuova, innanzitutto va valutata la grandezza della stanza. Con molto spazio a disposizione si apre lo scenario delle intramontabili cucine in arte povera, che necessitano di una metratura adeguata per rendere al meglio l’effetto.

L’arte povera prevede mobili massicci, forti, resistenti e robusti, decorati legno su legno a intarsi e intagli. Un fascino immortale di altri tempi che, però, non si intona sempre alle soluzioni abitative moderne. Sempre parlando di grandi stanze: le cucine con isola. Il sogno di tutti gli amanti dell’arte culinaria.

L’isola centrale regala piani di lavoro di grandi, possibilità di muoversi agevolmente tra bancone e fornelli, spazio per elettrodomestici. Per le cucine più piccole, invece, vengono i aiuto i modelli componibili. Basta scegliere modello e colore e si avranno a disposizione diversi moduli arredativi da combinare e abbinare a piacimento. Sul blog di arredamento Cucine Roma ci sono molti esempi per creare un arredo cucina unico e totalmente personalizzato.

Per quanto riguarda la scelta dei materiali e dei colori, in caso di cucine classiche, il legno è sempre l’alternativa che ha maggiore resa, sia in termini di estetica che di durata e resistenza. Magari ben abbinato al pavimento e valutando che un colore troppo scuro non tolga luminosità alla stanza.

Le cucine moderne, invece, offrono una gamma infinita di colori. Smaltate o effetto legname, lisce o con venature naturali, colorate, lucide od opache, bianche molto classiche, nere effetto design o colori vivaci e alternativi. Anche qui la scelta non può che essere fatta in base al contesto arredativo. E, infine, gli accessori: un lampadario, magari a pale, nello stesso materiale o colore dei pomelli dei cassetti, per esempio.

Decorazioni per la tavola che ricordino un po’ l’idea di stile che suggerisce l’arredo cucina. Con l’arte povera potrebbero abbinarsi tendine ricamate con spighe di grano e uva, com’era tradizione al suo tempo. Con una modernissima cucina rossa si potrebbe andare a sdrammatizzare con qualcosa di divertente, tipo pensili in legno spiritosi, decorati con ciliegie o coccinelle. L’importante è sempre seguire la propria personalità: la casa deve essere bella e piacere ma, soprattutto, deve raccontare chi la abita.

Ristrutturazioni edili

Ristrutturazione casa: come risparmiare soldi

ristrutturazioni

 

Se la vostra casa necessita di alcuni lavori di ristrutturazione è normale avere qualche perplessità circa la fattibilità di questi ultimi, soprattutto in relazione ai possibili costi elevati che essi normalmente comportano. È anche lecito impegnarsi per capire come risparmiare soldi, cercando di unire la parsimonia alla qualità dei lavori posti in essere.

Una prima cosa da fare, per effettuare la ristrutturazione della propria casa, è quella di cercare informazioni utili al proprio progetto sui blog di ristrutturazione come Ristrutturazioni Torino evitando di prendere in considerazione una sola azienda.

È opportuno infatti rivolgersi a più ditte di ristrutturazione, valutandone i rispettivi preventivi, in modo da capire quale sia quello più conveniente. Inoltre sarebbe meglio stipulare un contratto in cui ci sia la data di inizio dei lavori, ma anche quella della fine. Le aziende infatti in alcune occasioni allungano i tempi di consegna dei lavori, facendo alzare notevolmente i costi da sostenere.

Risparmiare nella ristrutturazione della propria casa consente, qualora si decida di attuare qualche lavoro in autonomia, di imparare tante cose nuove che potrebbero sempre tornare utili. Ad esempio qualora si volesse cambiare il colore alle pareti, o si volesse semplicemente dare loro una rinfrescata, lo si potrebbe fare tranquillamente da soli. Non si tratta infatti di un lavoro troppo ostico, purché si facciano cose semplici, senza cimentarsi in lavori che richiedono un certo estro ed una certa manualità con i pennelli.

In secondo luogo se i lavori di ristrutturazione riguardano, ad esempio, i pavimenti che hanno bisogno di essere cambiati potrete agire da soli per quanto riguarda lo smantellamento degli stessi. In questo modo, infatti, si risparmia moltissimo riservando tale spesa ad altri lavori più ostici. In questo caso per la posa delle nuove mattonelle si avrà bisogno di un professionista, di una persona qualificata, dato che si tratta di un lavoro un pochino più tecnico che richiede la massima precisione.

Nella scelta delle piastrelle potrete, inoltre, valutare il caso di acquistare una partita di seconda scelta oppure una tipologia venduta ad un prezzo ridotto. Queste piastrelle hanno un prezzo basso perché, ad esempio, si tratta di rimanenze oppure perché presentano dei piccoli difetti. Spesso e volentieri questi ultimi sono talmente piccoli da non essere proprio notati, specialmente nella fase di montaggio, per questo si può stare più che tranquilli. Si può, infine, considerare l’idea di rivolgersi ad istituti di credito al fine di ottenere prestiti, bonus e particolari sgravi fiscali.