Arredamento

Arredo cucine classiche e moderne

cucine

 

La cucina è la regina della casa. Acquistarne una nuova o, semplicemente, rinnovare la propria, è sempre un’esperienza stimolante. Se si acquista una cucina nuova, innanzitutto va valutata la grandezza della stanza. Con molto spazio a disposizione si apre lo scenario delle intramontabili cucine in arte povera, che necessitano di una metratura adeguata per rendere al meglio l’effetto.

L’arte povera prevede mobili massicci, forti, resistenti e robusti, decorati legno su legno a intarsi e intagli. Un fascino immortale di altri tempi che, però, non si intona sempre alle soluzioni abitative moderne. Sempre parlando di grandi stanze: le cucine con isola. Il sogno di tutti gli amanti dell’arte culinaria.

L’isola centrale regala piani di lavoro di grandi, possibilità di muoversi agevolmente tra bancone e fornelli, spazio per elettrodomestici. Per le cucine più piccole, invece, vengono i aiuto i modelli componibili. Basta scegliere modello e colore e si avranno a disposizione diversi moduli arredativi da combinare e abbinare a piacimento. Sul blog di arredamento Cucine Roma ci sono molti esempi per creare un arredo cucina unico e totalmente personalizzato.

Per quanto riguarda la scelta dei materiali e dei colori, in caso di cucine classiche, il legno è sempre l’alternativa che ha maggiore resa, sia in termini di estetica che di durata e resistenza. Magari ben abbinato al pavimento e valutando che un colore troppo scuro non tolga luminosità alla stanza.

Le cucine moderne, invece, offrono una gamma infinita di colori. Smaltate o effetto legname, lisce o con venature naturali, colorate, lucide od opache, bianche molto classiche, nere effetto design o colori vivaci e alternativi. Anche qui la scelta non può che essere fatta in base al contesto arredativo. E, infine, gli accessori: un lampadario, magari a pale, nello stesso materiale o colore dei pomelli dei cassetti, per esempio.

Decorazioni per la tavola che ricordino un po’ l’idea di stile che suggerisce l’arredo cucina. Con l’arte povera potrebbero abbinarsi tendine ricamate con spighe di grano e uva, com’era tradizione al suo tempo. Con una modernissima cucina rossa si potrebbe andare a sdrammatizzare con qualcosa di divertente, tipo pensili in legno spiritosi, decorati con ciliegie o coccinelle. L’importante è sempre seguire la propria personalità: la casa deve essere bella e piacere ma, soprattutto, deve raccontare chi la abita.